Condividi

È un 44enne russo la prima persona a Roma ad aver “testato” lo spray al peperoncino in dotazione da alcuni giorni alla Polizia di Stato. È successo questa notte in un bar del rione Monti dove le volanti sono intervenute per un uomo ubriaco che creava problemi. L’uomo, Y.E., alla vista delle divise si è strappato la camicia ed assumendo una posizione da boxer ha sferrato calci e pugni agli agenti. Uno dei poliziotti ha usato efficacemente il nuovo spray, consentendo agli altri colleghi di bloccare il russo in assoluta sicurezza, sia per gli operatori che per il fermato che, a causa del suo comportamento violento, tenuto anche successivamente nel commissariato Viminale, è stato arrestato.

Lo spray in dotazione agli agenti tecnicamente viene definito «strumento di dissuasione ed autodifesa che nebulizza un principio attivo naturale a base di oleoresin capsicum». Il dispositivo, che rispondendo allo specifico decreto interministeriale del 2011, non ha attitudine a recare offesa alle persone, può essere usato dagli agenti in tutti quei casi di aggressione, laddove sia fallita o non sia materialmente attuabile una negoziazione, mediazione o dissuasione verbale.

La distribuzione del nuovo strumento è in fase di ultimazione e da lunedì sarà parte integrante dell’equipaggiamento di ogni singola autoradio presente sul territorio della Provincia di Roma. La scelta di questo tipo di spray è arrivata alla fine di un periodo di sperimentazione a cui è seguita una fase di formazione ed informazione svolta dagli agenti che espletano il servizio di controllo del territorio.

Fonte Il Tempo

Roma, 11 febbraio 2011

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteNiente canone Rai per i terremotati: 'Ma devono dimostrare di non avere la tv'
Prossimo articoloPrete sgozzato in Chiesa, vendetta compiuta: ecco che fine ha fatto la bestia jihadista