Condividi

Un avvistamento raro e spettacolare è stato segnalato intorno alle 18 e 30 di oggi, poco dopo il tramonto, in diverse regioni italiane: centinaia di persone hanno visto una scia luminosa solcare i cieli dell’Italia centro settentrionale. Numerose le segnalazioni e le testimonianze sui social network soprattutto da Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Toscana, Lazio e Marche.

La scia luminosa è durata alcuni secondi ed ha provocato un bagliore di colore azzurro, stando a quanto raccontato da molti. Dalla descrizione del fenomeno ci sarebbero pochi dubbi sul fatto che si sia trattato di un bolide, come comunemente viene definito un meteoroide. Si tratterebbe, per la precisione, di un frammento di materiale roccioso o metallico (piccolo asteroide), dalle dimensioni che possono variare da pochissimi millimetri (o anche molto meno) sino a decine di centimetri, anche se ve ne sarebbero stati anche di 100 metri di diametro.

La Terra viene colpita annualmente da centinaia di meteoroidi, ma raramente questi sono così grossi da causare anche boati ben udibili al suolo.

Quando attraversano l’atmosfera i meteoroidi, riporta Fanpage, si surriscaldano fino ad emettere luce, formando in questo modo una scia luminosa che prende il nome di meteora, o bolide.

A causa dell’eccessivo surriscaldamento il meteoroide esplode e si vaporizza parzialmente e in molti casi del tutto. Ciò che resta del meteoroide dopo aver attraversato i vari strati dell’atmosfera prende il nome di meteorite (cioè quello che effettivamente cade al suolo).

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMalaysia, Imam 41enne prende come terza moglie una bambina di 11 anni: la famiglia "Lo ama"
Prossimo articoloArgentina, insegnante accusato di aver abusato di una studentessa 15enne: aggredito brutalmente dal padre della ragazza

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.