Condividi

Dolianova in lacrime piange l’agente di 41 anni suicidatosi in carcere: ne parla CastedduOnline. Una vicenda drammatica quella che rimbalza su tanti siti italiani: l’agente di Dolianova che si è tolto la vita nel carcere milanese di San Vittore, un lutto anche per la Polizia penitenziaria che ogni giorno svolge un grande lavoro negli istituti penitenziari di tutta Italia. L’uomo si è suicidato con un colpo della sua pistola. Un episodio che ripropone l’emergenza in un settore dove pochi agenti lavorano in carceri spesso super affollate.

Sul sito di Salerno Ottopagine.it Edmondo Cirielli, Questore della Camera dei Deputati e parlamentare salernitano di Fdi sulla vicenda denuncia: “Sarebbe inaccettabile se il ministro Bonafede restasse in silenzio anche davanti alla morte di un agente, siamo fiduciosi che, dopo la tragedia, il ministro cominci a preoccuparsi non solo delle condizioni dei detenuti ma anche dello stato di forte disagio che caratterizza il lavoro degli agenti penitenziari”.

LEGGI ANCHE Poliziotto penitenziario si suicida con la pistola d’ordinanza. E’ il primo caso del 2019

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMamma Federica non ce l'ha fatta: lascia il marito e tre bimbe
Prossimo articoloPoliziotti portano un sorriso e tanti doni ai bimbi di pediatria: "con questo gesto vorremmo dare uno stimolo a tutti di fare solidarietà in qualsiasi campo"