Condividi

Un agente di polizia penitenziaria aggredito dal recluso – di nazionalità straniera – che gli ha sferrato un pugno in faccia. 

Trapani – Ancora un’aggressione a un poliziotto penitenziario da parte di un detenuto, è accaduto nella serata di ieri nell’istituto di pena Giuseppe Barraco di Favignana, nel Trapanese. L’episodio si è verificato durante le perquisizioni di routine in cella.

Il carcerato, uno straniero che dovrà scontare una condanna fino al 2027, aveva un numero maggiore di lamette da barba rispetto a quello consentito.

Rimproverato, si è scagliato contro di lui e lo ha colpito con un pugno al volto.

“Il carcere di Favignana – afferma il segretario Uilpa Gioacchino Veneziano – è una polveriera, poiché la decisione scellerata di non prevedere l’aumento dell’organico di Polizia Penitenziaria fortemente voluto dalla Uilpa Polizia penitenziaria previsto a Palermo dal passato Provveditore si è polverizzata a Roma, forse perché qualcuno ha preferito privilegiare le grandi strutture carcerarie e ancora una volta registriamo attacchi fisici verso la Polizia Penitenziaria da parte di gente che si è macchiata di reati, aggravato da fatto che lo stesso detenuto che ha posto in essere questa vile azione non è nuovo a questi comportamenti che a quanto dato sapere non ha mai avuto la giusta punizione che merita”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteFinanziere si suicida in caserma con l'arma d'ordinanza. E' il 45esimo caso da inizio anno
Prossimo articoloNorcia, registrate tre scosse di terremoto: è sciame sismico

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.