Condividi

Una donna 31enne d’origini sinti avrebbe incitato il figlio undicenne a picchiare i compagni per vendetta “Picchiali più forte, dai! Ammazzali tutti!” sono le parole della donna riportate dal Corriere della Sera.

L’episodio è accaduto nel cortile di una scuola media di Padova, dove martedì mattina è nata una lite che ha coinvolto tre ragazzini e un genitore.

Tutto è avvenuto per il presunto furto di un braccialetto.
Le vittime sono due studenti di 12 anni. La donna è stata denunciata per istigazione alla violenza

La vicenda si è svolta in un istituto di Padova e a raccontarla è il Corriere della Sera.

“Intorno alle 8 del mattino, due dodicenni che frequentano la seconda media hanno trovato a terra, nel cortile esterno all’edificio, un braccialetto di bigiotteria. Entrati in classe hanno subito consegnato il monile alla professoressa per poterlo restituire, se qualcuno l’avesse reclamato. Nel frattempo, un undicenne del primo anno si era rivolto alla preside, raccontando che qualcuno gli aveva rubato il bracciale e telefonando alla madre per informarla del presunto furto”

E ancora: “La madre ha atteso il figlio all’uscita e l’undicenne, appena notati i compagni varcare il cancello che si affaccia sul cortile, li ha aggrediti con una scarica di pugni e schiaffi. Le vittime sono un padovano che abita con la famiglia poco distante (colpito a un occhio) e un coetaneo di origini africane nato anch’egli in città, percosso alla nuca.”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteTenta di introdurre un bisturi in carcere nascondendolo nelle parti intime: denunciata dalla Polizia Penitenziaria
Prossimo articoloAllarme AIFA, ritirati dal mercato lotti farmaci con ranitidina: "Non sospendete il trattamento, chiamate il medico"

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.