Condividi

Nella centralissima stazione di Chatelet preso a coltellate un militare che fortunatamente non è stato ferito. L’aggressore urlava frasi che inneggiavano ad Allah

“Allahu akbar!”. L’urlo è riecheggiato nella metropolitana di Parigi. Il grido, che l’Occidente ha imparato a conoscere negli attacchi islamisti, ha preceduto l’ennesimo, vile attacco a un militare che è stato aggredito con una coltellata, ma fortunatamente non è rimasto ferito.

L’aggressione è avvenuta nella centralissima stazione di Chatelet dove si è ripristinata la calma non appena il musulmano è stato arrestato e portato via.

L’aggressore non ha scelto il bersaglio a caso. Ha puntato dritto su uno dei soldati di “Sentinelle” l’operazione che schiera militari nelle strade del Paese, voluta dalle autorità francesi dopo gli attentati islamisti.

Proprio ieri il governo ha annunciato di voler dispiegare su tutto il territorio i settemila militari dell’operazione. “Questo nuovo attacco – fanno sapere dall’Eliseo – legittima le nostre intenzioni, quelle di rendere meno prevedibile e meno individuabile il dispositivo militare”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteNapoli. Poliziotto di giorno, corriere della droga di notte: arrestato con 13 Kg di hashish
Prossimo articoloCamion col termometro fuorilegge, polizia locale sequestra otto quintali di carne avariata