Condividi

SOS1308534Florida (USA), 29 ottobre 2013 – «Ero solito portare una pallottola nel taschino, all’altezza del cuore. Un giorno un tizio mi tirò addosso una Bibbia, ma la pallottola mi salvò la vita». La battuta di Woody Allen è il paradosso di un classico del Far West, almeno nei film: la Bibbia che salva la vita. Per un uomo in Florida, a cui hanno sparato durante una rapina, invece del testo sacro è stato determinante lo smartphone. Cambiano i tempi e il telefono in tasca (o nel taschino della camicia) sostituisce la Bibbia.

«BATTERIA SALVAVITA» – È accaduto lunedì all’alba in una stazione di servizio a Winter Garden, un sobborgo di Orlando. Il delinquente è entrato nel negozio, ha tirato fuori la pistola e intimato di consegnare i soldi. I due commessi, tuttavia, non riuscivano ad aprire la cassaforte, riferisce Bay News 9. Il rapinatore, alquanto impazientito, esplode perciò un colpo e infine si dà alla fuga. Il proiettile centra proprio una dei due impiegati. E per uno strano gioco del destino, la vittima si salva e riporta solo qualche graffio proprio grazie all’abitudine di portare il telefono in tasca: la pallottola in realtà aveva colpito il cellulare, un robusto Htc Evo 3d. Pare che la batteria del terminale Android abbia svolto un ruolo determinante nel bloccare il proiettile. (corriere.it)

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteConcordia, gli ospiti in plancia: "Schettino ci porta a sbattere"
Prossimo articoloAccusato di violenza su figlie, filmati i presunti abusi del padre