Condividi

La risposta banale e piccata del Prefetto di Pesaro, denota molto probabilmente uno scollamento che esiste tra realtà percepita e realtà quotidiana.

PESARO – Che Pesaro non sia il far west lo sappiamo anche noi cittadini e lavoratori della sicurezza che quotidianamente constatiamo le evoluzioni di questa terra, ma arrivare quasi a dire che si tratti di un’isola felice assolutamente no.

Pesaro da anni non è più la città delle famose “chiavi sulla porta”, adagio che gli anziani (e nemmeno tanto anziani) ricordano con piacere del loro territorio, Pesaro e provincia, nostro malgrado, si stanno uniformando verso il basso, ad altre realtà metropolitane.

Signor Prefetto, per anni si è negata la mafia in città come Roma e Milano, considerandoli fenomeni territoriali ben circoscritti; dopo Mafia capitale e lo scandalo dell’expo, possiamo dire che la Mafia sia espatriata dai propri confini? Allora perché negare che nella nostra provincia le fenomenologie criminali non si siano modificate? Basta appigliarsi ai numeri delle denunce in calo per dire che la percezione della sicurezza è un’invenzione dei cittadini? Un’invenzione dei sindacati di Polizia? Oppure ci sono realtà che fanno pensare e vivere situazioni diverse?

Bollare lo stupro avvenuto a Rimini, come qualcosa che non ci riguardi come territorio, appare superficiale come analisi e francamente anche fastidiosa come risposta, i baldanzosi giovanotti rei di uno dei crimini più odiosi, sono tutti provenienti dal nostro territorio e il proseguo delle indagini ha permesso di evidenziare numerose “bravate”locali che fortunatamente non hanno avuto esiti drammatici solo per “fortuna”.
Ma negli anni duemila la fortuna non è certo un elemento valido in cui sperare ne tantomeno un fattore su cui investire.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteLe forze di polizia in servizio di pattuglia devono usare le cinture?
Prossimo articoloGarfagnana, vandalismi sul patrimonio locale: spaccate le dita della statua della bimba con il gattino