Vede i ladri, spara in aria: condananto

Secondo una ricerca del Censis, 4 italiani su 10 vogliono regole meno stringenti per poter detenere una pistola. È la febbre da legittima difesa contro ladri e criminali che prendono di mira case e appartamenti. Ma non la pensano così i giudici.

Il Tar di Brescia, riporta LiberoQuotidiano, ha confermato il divieto di detenere armi per un imprenditore di Mantova che nel 2016 sparò un colpo in aria con una pistola, regolarmente denunciata, quando ha sentito rumori sospetti nel capannone-magazzino a due passi da casa sua, in una zona isolata di campagna.

Secondo la corte, spiega il Giorno, “non esisteva un pericolo immediato per l’incolumità personale dei coniugi”.

L’imprenditore, che ha detto di aver sparato dalla finestra per difendere se stesso e la famiglia, avrebbe fatto “un uso molto affrettato dell’arma, che avrebbe dovuto costituire l’ultima soluzione in caso di pericolo immediato”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche