VELENO NEI PRODOTTI! la Scoperta choc: Nel mirino L’Oreal, Colgate, Dove, Gilette e altri. ECCO QUALI SONO

colgate

Pubblicata in questi giorni la ricerca che farà davvero tremare tutte le grandi case cosmetiche e non solo, e che farà passare la voglia di comprare detergenti e prodotti di bellezza sia per uomo che per donna. La rivista “60 Millions de consommateurs”, numero di ottobre, ha comparato dieci diversi gruppi di prodotti per l’igiene personale, compresi trucchi, e ha scoperto che un prodotto su due è sicuramente da evitare.

La ricerca è stata effettuata su 93 marche di prodotti tra le più famose sul mercato. I risultati? 48 hanno molecole indesiderabili e 64 hanno ingredienti preoccupanti. Ovviamente alcuni hanno sia molecole indesiderabili che preoccupanti.

Tra le sostanze che sarebbe meglio evitare troviamo: coloranti, allergizzanti, o conservanti controversi come il fenossietanolo, o parabeni a catena lunga, presenti ad esempio nel fondotinta “l’Oréal” e “Pro’s”, nel latte per il corpo “Dove” e nei prodotti di bellezza “Carrefour”.

In particolare, secondo il famoso mensile, ci sarebbero due molecole che secondo la nuova direttiva europea non dovrebbero trovarsi in prodotti che non necessitano il risciacquo.  Si tratta dell’allergizzante Methylisothiazolinone (MIT), trovato invece nella schiuma da barba “Williams” e “Gillette”, e del parente Metilcloroisotiazolinone (MCI), trovato nella crema per il viso “Marionnaud” e nel detergente “Casino”.

Per quanto riguarda i gel doccia, la maggior parte contengono tensioattivi irritanti o sostante allergizzanti. E’ più facile quindi fare un elenco di quelli “BUONI” quali il detergente “Mixa”,  “Sanex Dermo Protector” o “Weleda Citrus Bio”.

Capitolo a parte per i dentifrici:  il conservante “triclosan”, sospettato di indurre alla resistenza agli antibiotici, si trova ancora nel “Colgate”, proprio quando si pensava eliminato da qualsiasi prodotto per l’igiene. “Sensodyne protezione completa” e “Parogencyl protezione gengive” sono altrettanto brutte sorprese, contenenti un  potenziale perturbatore endocrino chiamato “propilparabene”. Buoni invece, il dentifricio antitartaro “Leader Price” o “Sensitive Elmex”.

E se pensavate che il prezzo è indicativo di qualità, vi sbagliate di grosso: I prodotti più cari o disponibili in farmacia non sono sistematicamente una garanzia: “Clarins” (latte idratante al germoglio di sorbo o il detergente anti-inquinamento), “Biotherm uomo” (attivo idratante), “l’Occitane” (doccia al tè verde) e “Dior” (“Diorskin Nude teint éclat) sono gli ultimi della classe nel tipo di prodotto studiato.

Insomma gli unici prodotti che possono donare davvero tranquillità sono sicuramente quelli BIO.

28 marzo 2016

fonte retenews24

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche