VENDOLA, IL “SOGNO REALIZZATO” E IL MORALISMO DELLE VITTIME A OLTRANZA

vendolaecompagno1

“C’è un’Italia migliore per cui le donne non sono carne da macello, corpi da mercimonio”.
Lo disse Nicola Vendola in tempi di antiberlusconismo dilagante, quando i “Se non ora quando” andavano in piazza a manifestare per la dignità delle donne contro una politica e cultura maschilista e retrogada, che con l’avvento di Berlusconi aveva trasformato le donne in oggetto. Questo dicevano e questo pensavano le femministe di allora. Il corpo delle donne, la dignità delle donne. L’Italia migliore contro quella peggiore. Retorica abusata cui siamo abituati da anni. Ci abbiamo fatto il callo.
Eppure, oggi Vendola sembra cadere vittima di quello stesso moralismo da lui cavalcato in passato e stranamente non capisce e fa la vittima. “Squadrismo della politica”, dice lui, stupito del fatto che esistano persone che non approvino la pratica dell’utero in affitto e quindi il mercimonio del corpo femminile.
Ohibo, mercimonio, non suona famigliare questa parola?
Oggi Vendola dice di aver coronato un sogno. Qualcuno ipotizza che per realizzarlo abbia speso 135.000 euro. Il suo fidanzato Eddy ha messo il seme e una donna californiana il suo utero. Ed è nato Tobia, il figlio di Vendola, il cui padre biologico è però il compagno Eddy.
L’ex governatore della Puglia, un tempo politico in auge ed oggi decisamente in ribasso, sostiene di averlo fatto perché è un gesto d’amore. Tobia, il piccolo, è il frutto di una grande storia d’amore.
Sarà, è però lui stesso a rivelare di “usare provocatoriamente questo mio sogno contro la pigrizia della politica sul tema dei diritti civili”.
E qui drizziamo le antenne. Un sogno, quello di diventare papà, usato “provocatoriamente” in nome di una battaglia politica, giusta o sbagliata che sia.
Il primo a esserne contento sarà certamente Tobia, usato come strumento di provocazione politica.
Forse a questo dovrebbe pensare chi pensa che le polemiche sulla scelta di Vendola possano danneggiare il piccolo Tobia quando diventerà adolescente e cercherà notizie su se stesso. Così ha scritto oggi l’Huffington Post, secondo cui il figlio di Vendola e di Eddy, con madre biologica californiana, non potrà mai perdonarci. Ma potrà forse perdonare un padre che ha voluto comprare un utero in nome di una battaglia politica?



Potrebbero interessarti anche