Condividi

Brutalmente pestato per essersi permesso di rimproverare alcune persone intente a orinare contro un portone. Una storia di degrado, maleducazione ed estrema violenza è andata in scena nelle scorse ore a Venezia, ai danni di un 47enne della zona. Ne parlano oggi i quotidiani Leggo e Gazzettino. Così scrive Leggo nella sua versione online:

“Massacrato di botte perché rimprovera due sconosciuti che stanno orinando davanti alla porta di un’abitazione. È ancora sotto choc il 47enne, imprenditore nel settore turistico, aggredito selvaggiamente giovedì scorso, verso le 20.30 mentre stava rientrando terminata la giornata di lavoro a San Marco. Ha il viso irriconoscibile alterato da lividi e gonfiore, escoriazioni ed ematomi dappertutto. La prognosi è di 20 giorni: la lesione più grave è la frattura della calotta cranica fra la fronte e l’orecchio. E racconta: «Ancora stento a crederci. Una reazione così non ha senso. Era come se fossero sotto l’effetto di qualche droga. Erano veneziani come me, sui 40 anni, parlavano in dialetto, ben vestiti, curati, uno aveva leggermente la carnagione più scura….”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMeteo, preparatevi: da Maggio arrivano caldo e afa. Poi l'estate 2019 che promette di essere infernale
Prossimo articoloViterbo. Detenuto uccide il compagno di cella per un accendino