Condividi

“Non mi accoltellare, mi uccidi” Il grido di aiuto di Claudio Palladino è stato sentito dai vicini di casa: l’uomo si era reso conto che la compagna, Verona Popescu, lo stava uccidendo. Poi il macabro gesto: l’evirazione dei genitali.

Modena, uccise ed evirò il compagno: assolta per problemi psicologici

Assolta per non imputabilità a fronte della provata incapacità di intendere e di volere

Verona Popescu è stata assolta per non imputabilità, a fronte di una riscontrata incapacità di intendere e di volere. Succede a Modena

La donna, una romena di 50 anne di mestiere badante è nota alle cronache per aver ucciso a coltellate e poi evirato il compagno 63enne Claudio Palladino

 

Risultati immagini per Verona Popescu

 

La macabra vicenda si è verificata lo scorso Giugno ed a lungo se ne era parlato sui quotidiani.

Adesso, per decisione del giudice in seguito al processo in rito abbreviato, la donna sarà ristretta ed assistita in una REMS (struttura riabilitativa per malati psichiatrici) per i prossimi dieci anni

Dubbi sulla capacità di intendere e di volere della donna erano emersi immediatamente dopo il delitto – riporta il giornale trentino –

quando dopo aver chiamato la polizia aveva anche riferito di aver ucciso il compagno perché ‘contaminato’, allargando poi la ‘contaminazione’ ad aria ed acqua.

Risultati immagini per Verona Popescu

La decisione si regge su una relazione del perito psichiatrico, dove era già stata stabilita l’incapacità.

Popescu si trova già nella struttura e ogni sei mesi sarà sottoposta ad accertamenti. A richiedere questo tipo di soluzione, anche il pm che ha coordinato le indagini, Lucia De Santis.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteIl cuore della Polizia Di Stato: Bruno ha perso la gamba destra "non perderà la divisa"
Prossimo articoloAbusi sulle bimbe della scuola materna: arrestato maestro a Roma