Condividi

Via libera al primo quartiere a luci rosse. Prostituzione legale in alcune strade
Sarà nel IX Municipio il primo “quartiere a luci rosse” di Roma: una o più strade dove la prostituzione sarà tollerata.
L’obiettivo è liberare dalle “lucciole” le strade dell’Euro e contemporaneamente tentare di tenere sotto controllo il fenomeno della prostituzione in strada, che a Roma Sud è sempre più esteso. Il progetto nasce da un’idea del presidente del IX Municipio Andrea Santoro, e ci sarebbe l’ok del Comune nella persona dell’assessore alle Politiche sociali Francesca Danese.

La sperimentazione, in attuazione di una futura ordinanza del Comune, partirà ad aprile: ancora da individuare, in collaborazione con la Prefettura, la strada “dedicata” alla prostituzione, ma al di fuori della zona prescelta saranno previste multe fino a 500 euro per i clienti.

A monitorare l’attività delle prostitute per evitare i casi di sfruttamento ci saranno anche alcuni operatori sociali, che forniranno sostegno fisico e psichico. Costo del progetto: 5000 euro al mese, divisi tra Campidoglio e Municipio. Un costo “sostenibile” secondo il presidente del Municipio Andrea Santoro.

Ulteriori incontri sono previsti la settimana prossima anche con la polizia: il controllo delle forze dell’ordine andrà intensificato.

(fonte IlMessaggero)

A.P.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteL'aereo per Napoli non parte da Fiumicino. ll motivo? «A bordo manca l'equipaggio...»
Prossimo articoloVentenne muore di overdose, arrestato il pusher che gli ha venduto la droga