Viareggio, adescato in rete e violentato a 14 anni

L’aguzzino arrestato anche per estorsione: pretendeva soldi per non raccontare a tutti la storia. E’ stato incastrato dai carabinieri

Ha conosciuto il suo aguzzino tramite la Rete. L’orco, racconta il quotidiano La Nazione, aveva preso le sembianze di un giovane rumeno senza scrupoli.

Viareggio  – Prima è riuscito a conquistare la fiducia di quel ragazzino italiano, residente in zona, ignaro (e a 14 anni non può essere diversamente) dei pericoli che si nascondono oltre le chiacchiere scambiate in chat.

Poi, quando l’ha avuto in pugno se ne è approfittato per i suoi loschi fini. Ha abusato sessualmente di lui all’ombra della pineta e ha poi iniziato a ricattarlo.

Con richieste sempre più difficili da esaudire per il ragazzo: un giubbotto, una maglia, un telefonino, un tablet.  Oppure soldi. Sempre di più. Altrimenti avrebbe detto a tutti quello che era successo.

Lo teneva in pugno anche forte di un video che aveva registrato a sua insaputa. L’orco è stato arrestato dai carabinieri di Viareggio su disposizione del sostituto procuratore Sara Polino con l’accusa di estorsione e di violenza sessuale.

 

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche