Condividi

Un video, pubblicato dalla tv russa Ren, ritrae il presunto attentatore che ha seminato morte e distruzione nelle stazioni Sennaya e Tekhnologhicheskij della metropolitana di San Pietroburgo, in Russia. Che si tratti di terrorismo ormai è ufficiale, confermato dalle autorità di Mosca. Il bilancio al momento parla di 10 morti e 47 feriti, tra le vittime ci sarebbero anche bambini. L’uomo ripreso dalle telecamere a circuito chiuso dentro e fuori dalla stazione avrebbe tratti caucasici, e rafforzerebbe la tesi dell’attentato di matrice cecena (il fronte interno che da ormai 20 anni tormenta la Russia). Resta però apertissima anche la pista del terrorismo islamico, legato all’impegno dell’esercito russo in Siria a fianco del regime di Bashar Assad. Gli esperti di geopolitica e sicurezza internazionale non escludono nemmeno una collaborazione tra i due fronti del terrore in chiave anti-Putin.

I testimoni oculari, intervistati dalle emittenti locali, riferiscono di uno scenario apocalittico: “Persone che perdevano sangue, con i capelli bruciati”. Ancora: “Ho visto uscire dalla metropolitana persone mutilate”. Secondo l’agenzia russa Interfax a far saltare i treni sarebbe stata una bomba piazzata in una valigia a bordo del convoglio, contenente tra i 200 e i 300 grammi di tritolo. Un secondo ordigno è stato ritrovato inesploso nella stazione della metro Ploshchad Vosstaniya.

GUARDA IL VIDEO

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMilano, grave incidente in strada: cinque auto coinvolte, vigilante Ivri finisce in coma
Prossimo articoloEcco chi è "Igor il russo", killer di Budrio: "È estremamente pericoloso"