Condividi

Vincenzo di Gennaro, il maresciallo dei carabinieri ucciso oggi da un pregiudicato a Cagnano Varano (Foggia), aveva 46 anni, celibe e senza figli. Ma aveva una compagna e stava organizzando tutto per le nozze, come hanno raccontato alcuni colleghi dell’Arma.

Il maresciallo aveva già da qualche tempo una relazione sentimentale con una donna di San Severo, con la quale stava decidendo la data delle nozze. I colleghi lo ricordano come «la bontà fatta persona». Era impegnato anche nel mondo del volontariato, e, raccontano, era molto devoto a San Pio da Pietrelcina.

«Il maresciallo – spiega l’Arma dei carabinieri su Facebook – era celibe e non lascia figli, diranno le prime note di agenzia. Ma tutti noi ne siamo orfani. I familiari, gli amici, i colleghi. Chiunque abbia a cuore la giustizia e conosca il valore della vita. Arrivederci nel cielo, Vincenzo Carlo. Il viaggio ti sia lieve».

”Una preghiera per Vincenzo, un pensiero alla sua famiglia e ai suoi colleghi, il mio impegno perché questo assassino non esca più di galera e perché le Forze dell’Ordine lavorino sempre più sicure, protette e rispettate”. Ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini.

“Questa mattina durante un ordinario controllo, nella piazza principale di Cagnano Varano, un criminale ha estratto una pistola e ha sparato contro due nostri Carabinieri. Uno di loro, un maresciallo, è deceduto; l’altro è rimasto ferito ed è in ospedale. Il mio cordoglio, la mia vicinanza alla famiglia e ai cari dei due militari. Questo omicidio non ha colpito solo due servitori dello Stato, ma l’intero Stato. Chi tocca un Carabiniere tocca lo Stato, tocca ognuno di noi. Ora basta, ci sarà una reazione!”. Lo scrive su Facebook il vice premier Luigi Di Maio.

Articolo precedenteCarabiniere ucciso, Salvini pubblica la foto del killer: "Un infame, non merita di uscire di galera"
Prossimo articoloIl Carabiniere arrivò di fronte a Dio, in attesa del suo turno, sperando che le sue scarpe fossero lucide....