Condividi

Sono migliaia i manifestanti scesi in strada a Città del Messico in questi ultimi giorni, per chiedere giustizia sul caso di due adolescenti che, secondo le denunce, sarebbero state violentate da alcuni agenti di polizia negli scorsi giorni.

Secondo quanto riferito dai media internazionali, da Lunedì scorso i manifestanti, numerosissime le donne, hanno preso d’assalto uffici della procura e uffici di polizia. La protesta è rinominata “glitter rosa” perchè le donne scese in strada e le autrici degli assalti si sono presentate armate di glitter rosa e vernice spray. Con questi, avrebbero colpito anche i funzionari intenti a sedare le proteste.

Non solo funzionari però. Infatti, durante le proteste, il ministro della Sicurezza messicano Jesús Orta Martínez è stato coperto dai glitter, quando ha tentato di assicurare alle donne che entrambi i casi sarebbero stati adeguatamente approfonditi.

Le denunce di stupro

Il primo caso riguarda una ragazza di 17 anni che ha dichiarato che quattro poliziotti l’avrebbero violentata nella loro auto di pattuglia ad Azcapotzalco, lo scorso 3 agosto.

Il secondo riguarda una ragazza di 16 anni, che ha dichiarato che un poliziotto avrebbe abusato di lei in un museo nel centro della capitale. Un agente di polizia è stato arrestato in relazione al secondo caso, mentre finora non sono stati compiuti arresti in relazione alla prima denuncia.

La violenza contro le donne è un fenomeno drammaticamente diffuso in Messico. Le cifre delle Nazioni Unite segnalano che circa nove donne vengono uccise ogni giorno nel paese.

Le cifre delle denunce di stupro in Messico sono molto più basse di quelle degli altri Paesi. Secondo i gruppi delle vittime, questo è dovuto al fatto che la fiducia della polizia è molto scarsa, e stimano che ci sarebbero oltre mezzo milione di casi di abusi sessuali in Messico all’anno.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteCosì rubano il pin e clonano la tua carta: la Polizia ha scoperto e arrestatato due clonatori di carte di credito. Come funziona
Prossimo articoloEnnesima tragedia tra le forze dell'ordine: Carabiniere di 23 anni si spara in caserma. È il 31esimo suicidio da inizio anno

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.