Condividi

Violentò bambina 12enne: torna libero dopo solo un anno

Steven Van de Velde, 22 anni, già nazionale di pallavolo in Olanda, nel 2014 abusò di una 12enne inglese. È stato rilasciato dopo dodici mesi di prigione: «Non sono un mostro, ho sbagliato ma ora voglio tornare a giocare»

Steven Van de Velde è una promessa della pallavolo olandese. O meglio lo era, prima di finire in carcere con l’accusa di aver violentato una 12enne inglese. Dopo 12 mesi di carcere, è tornato libero. E ora spera di partecipare alle prossime Olimpiadi.

La violenza
I fatti risalgono al 2014, Van de Velde, pallavolista olandese che ha già vestito la maglia della nazionale, conosce una ragazza in chat. O meglio, una bambina. Perché ha appena 12 anni. Prende un volo per l’Inghilterra, la incontra e abusa di lei. Arrestato, è riconosciuto colpevole di stupro, e viene condannato a quattro anni di prigione, da scontare nel suo Paese. Dopo dodici mesi dietro le sbarre però è stato rilasciato. E ora dice: «Voglio tornare a giocare in Nazionale, spero di partecipare alle prossime Olimpiadi».

«Non sono un mostro»
«Non sono un mostro – spiega il 22enne, che aveva ammesso le proprie responsabilità – Ma so che quello che ho fatto è sbagliato. Capisco che la gente mi consideri un pedofilo, un maniaco ma non lo sono». «Quello che ho fatto è incredibilmente stupido – spiega ancora – Anche se lei me l’ha lasciato fare, avrei dovuto capirlo». «Ora sono pronto a tornare a giocare a pallavolo», conclude ancora. Le pene per un reato come quello compiuto da Van de Velde in Gran Bretagna sono molto più alte. A lui invece, oltre all’anno scontato in prigione, resta il divieto di espatrio per altri dodici mesi.

corriere.it

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteArriva il concorso per 540 agenti in Polizia Penitenziaria
Prossimo articoloParigi, esplode una busta nella sede del Fmi: una persona ferita