Non si ferma all’alt e investe un Carabiniere. Cinque colleghi picchiati e due vigili feriti in poche ore

Sono numerose le aggressioni in tutta Italia agli appartenenti alle Forze dell’Ordine

A Portici è finito in manette un uomo colpevole di non essersi fermato all’alt delle forze dell’ordine ed aver investito un carabiniere.

I militari erano impegnati in un servizio di controllo del territorio, finalizzato al rispetto dei decreti anti contagio. Uno dei due militari è sceso dalla “gazzella” per fermare l’uomo che viaggiava a bordo del proprio scooter ma questi non si è fermato e l’ha investito. Per fortuna il militare ha riportato solo lievi ferite.

Il caso di Asiago

Follia la mattina del 30 Aprile quando dove un trentenne in preda ad un forte disagio ha picchiato cinque persone, tra cui due agenti della Polizia locale ed un carabiniere intervenuti.

Nei confronti del ragazzo, bloccato a fatica dalle forze dell’ordine dopo diversi minuti, è stato disposto il trattamento sanitario obbligatorio all’ospedale di Bassano.

Il caso di Verona

Altro episodio di violenza nelle scorse ore a Salizzole, in provincia di Verona, dove un uomo è stato sorpreso dai carabinieri mentre cercava di rubare del gasolio dal serbatoio di una autopompa all’interno di una azienda agricola.

Ad intervenire i carabinieri di Bovolone. Interrotto, l’uomo ha tentato a più riprese di divincolarsi per sfuggire colpendoli più volte. L’uomo è però finito in manette.

Il caso di Catania

Negli scorsi giorni, a Catania, due uomini poco più che trentenni sono stati arrestati invece per violenza, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, lesioni personali aggravate.

Ad uno dei due sarebbe stata contestata anche la detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e la violazione delle prescrizioni imposte dalla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza.

Il tutto, dopo aver notato movimenti sospetti nei pressi dell’abitazione della provincia.