Condividi

Visite fiscali INPS per malattia dipendenti. ORARI REPERIBILITA’, le novità che devi conoscere

In caso di assenza dal lavoro per malattia il lavoratore deve farsi rilasciare il certificato medico, rendendosi reperibile nel domicilio indicato per le visite fiscali dell’INPS. Tra gli obblighi del medico figura invece l’invio telematico dell’attestato medico all’Istituto di Previdenza, entro il giorno seguente a quello in cui è iniziato l’evento, mentre il lavoratore dovrà provvedere alla trasmissione della copia del documento al datore di lavoro entro due giorni (basta il numero di protocollo, con cui l’azienda può verificare l’attestato sul sito INPS). Vediamo i punti in questione pubblicati sul sito delle Piccole e Media Imprese (pmi.it).

VISITE FISCALI – Il lavoratore deve sottostare alle visite fiscali, accertamenti sanitari diretti a controllare la giustificazione dell’assenza in caso di infermità (ai sensi dell’articolo 5 dello Statuto dei Lavoratori). Le visite possono essere predisposte sia dal datore di lavoro sia dall’INPS. Sono interessati, con orari differenti, sia i lavoratori dipendenti del settore pubblico sia quelli del privato.

REPERIBILITA’ – È necessario garantire la reperibilità in specifiche fasce orarie, che sono cambiate dal 2015 come segue:

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedente+++IL VIOLENTO TERREMOTO IN ITALIA, PANICO PER LA GENTE! TUTTI I DETTAGLI+++
Prossimo articoloUna tragedia. E' successo in casa, in pochi minuti, GRAVISSIMO LUTTO PER ANDREA PIRLO