Vitalizi, il Senato vorrebbe riprenderseli. Attesa decisione della Commissione

E ancora. La delibera del 2018 è un intervento “non in linea con gli insegnamenti della Corte Costituzionale ” perché, per la commissione Caliendo, il vitalizio sarebbe equiparabile alla pensione.

“Il vitalizio ha una connotazione previdenziale, quanto meno prevalente che lo rende soggetto alle regole e ai principi affermati dalla Corte Costituzionale… che ammette che tali trattamenti possano essere modificati solo a certe condizioni e ponendo limiti a mutamenti peggiorativi”.

In soldoni vuol dire che il Senato, se proprio lo vorrà, potrà al massimo pretendere dai suoi ex inquilini un contributo più “ragionevole” del taglio oggi in vigore e che sia soprattutto limitato nel tempo.

La delibera del 2018 che ha invece imposto per sempre il ricalcolo su base contributiva facendo dimagrire sensibilmente gli assegni va dunque cestinata.