Condividi

Albisola (Sv) – A fare la macabra scoperta è stato il medico di famiglia. La donna risulta essere morta da sei mesi. Nella casa abitava con il figlio, Franco Sirello, 63 anni, e un nipote disabile. In via Siri.

Ha confessato il figlio dell’anziana di 95 anni trovata giovedì morta in casa ad Albisola Superiore (Savona) con il corpo ormai mummificato: ha continuato per sei mesi a vivere con il cadavere della madre in salotto per riscuoterne la pensione.

La donna è stata ritrovata nel tinello al piano terra della villetta di via Siri ad Albisola, seduta sul divano davanti alla televisione, ancora vestita e con le pantofole. Nella casa vive anche il nipote che avrebbe dei problemi psichici. “E’ morta mentre le stavo dando da mangiare un po’ di gelato, era il giorno in cui è crollato il ponte a Genova e ho deciso di lasciarla lì”, ha ammesso Franco Sirello, 63 anni, secondo quanto riferiscono alcuni quotidiani.

“Avevo bisogno di qualche spicciolo – ha detto al sostituto procuratore della Repubblica Giovanni Battista Ferro -. Prendevo la sua pensione”. L’uomo è indagato per occultamento di cadavere della madre Alba Peirano e truffa ai danni dello Stato.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteTorino, sparatoria in strada dopo una lite: un morto e un ferito
Prossimo articoloIl Reparto Mobile della Polizia di Stato piange Antonio Lucarella: "è stato un privilegio averti conosciuto"