Condividi

Biometria e intelligenza artificiale per volare sicuri. Anche in Italia arrivano riconoscimento facciale e nuovi sofisticati impianti per il controllo del bagaglio a mano; addio documenti e le carte d’imbarco, dunque, ma tornano liquidi e pc in valigia

. La sperimentazione a Roma Fiumicino a fine novembre: si parte dal terminal 1 con la compagnia olandese Klm sui voli con destinazione Amsterdam Schiphol, con l’intenzione di diffondere presto il sistema a tutti i voli. Anche a Milano, negli scali di Linate e Malpensa, si punta a velocizzare le operazioni d’imbarco senza rischiare in sicurezza. Ecco allora la rivoluzione per i viaggiatori punto per punto.

Tornano i liquidi a bordo – A Roma Fiumicino tra febbraio e marzo dovrebbero arrivare, come riferisce TGCOM24, impianti sofisticati di controllo del bagaglio a mano, in grado di identificare piccolissimi quantitativi di esplosivo. Si tratta di 26 macchinari di Standard 3, costati ciascuno un milione di euro. Ciò permetterà di lasciare in valigia liquidi, anche superiori a 100 ml, smartphone, pc e tablet durante i controlli d’imbarco.

Anche a Milano Linate, scalo appena riaperto dopo tre mesi di lavori di ammodernamento, si tende a velocizzare entro l’estate le operazioni con nuovi servizi di controllo dei trolley da portare a bordo.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteCarola muore a 9 anni, la scelta commovente dei genitori: "la sua morte aiuterà altri bambini"
Prossimo articoloFinanziere si toglie la vita in caserma: è il 61esimo suicidio in divisa dell'anno 2019

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.