Voleva provare che la Terra è piatta: muore lanciandosi con un razzo nello spazio

E’ quanto è accaduto al 64enne “Mad” Mike Hughes, che ieri si è schiantato nel deserto californiano, dopo essersi lanciato vicino alla località di Barstow con un razzo che si era costruito da solo

Eccentrico personaggio, spericolato stuntman, fervente sostenitore della sedicente teoria della Terra piatta, diventato progettista e costruttore di razzi fai-da-te sui quali si faceva lanciare ad altezze crescenti, ‘Mad’ Mike Hughes è morto in un lancio finito male di un razzo a vapore, schiantandosi a terra vicino a Barstow, nel deserto del sud della California. Lo scrive la Bbc.

Hughes, 64 anni, sognava un giorno di riuscire a farsi lanciare fino allo spazio con un razzo per poter finalmente fotografare la terra “senza trucchi”, l’intera superficie terrestre, dimostrando così il suo credo ‘terrapiattista’, per il quale si faceva finanziare da molti anni, riuscendo tuttavia a raggranellare cifre modeste.

Ex detentore del record di lunghezza di salto con la limousine, dal 2014 costruiva e pilotava razzi artigianali, con i quali è riuscito a farsi proiettare fino a quasi 500 metri d’altitudine in Arizona prima di ricadere a terra con un paracadute.



Potrebbero interessarti anche