Condividi

SOS1307527Brasile, 22 settembre 2013 – Rio de Janeiro dovrà fare a meno dell’altruismo e dell’aiuto di Diego Baronio, il volontario 43enne di Manerbio morto ad una settimana dall’incidente stradale in cui è rimasto coinvolto sul litorale di Ipanema. A riportare la notizia il quotidiano Bresciaoggi, che riporta la testimonianza del padre, Giovanni Baronio, allertato dal consolato italiano che il 20 settembre gli ha comunicato la tragica notizia, che in parte resta avvolta nel mistero: nessuno sembra conoscere l’esatta dinamica dell’incidente (se sia stato investito o finito fuori strada su un’auto guidata da un amico).

Diego ha speso la sua giovane vita aiutando gli altri, da quando ancora adolescente si era avvicinato al movimento dei focolarini per poi passare anni come educatore di strada nel suo paese. Durante la guerra in Bosnia è stato per due anni volontario per i Beati i costruttori di Pace a fianco delle popolazioni dilaniate dal conflitto. Poi si è occupato dei carcerati di Canton Mombello e da 4 anni lavorava in una favela a Rio de Janeiro dove aveva aperto un bed & breakfast a sfondo sociale, per cercare di recuperare i giovani emarginati della favela Cantagalo. (corriere.it)

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteAnziano morì al freddo, tre indagati
Prossimo articoloManiaco si masturba al parco mentre guarda le ragazzine