Condividi

Prima una lite, probabilmente l’ennesima, poi la decisione di appendere la moglie a un albero con una corda al collo

Un uomo è stato arrestato. 61 anni, origine marocchina, secondo quanto raccontato da Leggo, avrebbe obblicato con la forza la moglie ad entrare in auto per poi portarla in un luogo isolato e appenderla ad un albero.

La vittima, 42 anni ed anche lei originaria del Marocco, voleva la separazione.

L’aveva ottenuta e lui ha reagito con violenza. La donna è fortunatamente riuscita a liberarsi, fuggendo e riuscendo a raggiungere la propria abitazione a Vergato, i provincia di bologna, dove vive assieme ai tre figli della coppia.

L’episodio è avvenuto a marzo e, al termine delle indagini e dopo avere allontanato la madre e i figli dalla casa, i carabinieri ieri hanno il marito, disoccupato e con precedenti.

L’uomo è ora accusato di per tentato omicidio, violenza sessuale e maltrattamenti in famiglia.

La donna ha denunciato nel periodo di Settembre.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteAutomobilista non si ferma alla vista del posto di controllo: investito un poliziotto
Prossimo articoloMulta da 10milioni di euro a Wind e Vodafone: "Proposte idonee a trarre in errore per riconquistare ex clienti"

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.