Condividi

La Corte d’appello di Venezia ha confermato la condanna a quattro anni e 11 mesi nei confronti di Walter Onichini, il macellaio di Legnaro (Padova) accusato di tentato omicidio per aver sparato e ferito un ladro che il 22 luglio 2013 si era introdotto nella sua villetta assieme ad alcuni complici. Onichini, spiega tgcom24, aveva poi caricato l’uomo in auto, abbandonandolo a un chilometro da casa.

La Procura Generale aveva chiesto l’assoluzione dell’imputato, con la derubricazione del reato iniziale a lesioni colpose.

LEGGI ANCHE: sparò a ladri in casa, colpevole. Giudici: “Non c’era in pericolo”

Di fatto aveva così “attenuato” la posizione del macellaio senza il bisogno di attendere la pubblicazione della nuova legge sulla legittima difesa. Una posizione che era stata commentata con favore dall’avvocato difensore Ernesto De Toni.

Il ferito, l’albanese Nelson Ndreaca, 27 anni, nel processo di primo grado si era costituito parte civile lamentando i danni provocati da Walter Onichini ma era rientrato precipitosamente in patria per evitare la condanna nel contemporaneo processo per l’assalto alla casa del commerciante padovano.

Per il tentato furto è stato condannato in contumacia a tre anni e otto mesi di reclusione.

Padova, sparò a ladri in casa, colpevole. Giudici: “Non c’era in pericolo”

Condannato per aver sparato. E dovrà pure risarcire il ladro

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteAl rapinatore va proprio male: tenta il colpo ma becca il Carabiniere maratoneta
Prossimo articoloBimba di 4 anni in ospedale con la febbre alta, i medici scoprono uno stupro

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.