Condividi

“Temo che la sinistra stia facendo due errori in cui è incorsa più volte nella sua storia. Il primo: non capire l’apertura di una fase storica del tutto inedita per le conseguenze che ha sugli assetti sociali, sugli stati d’animo, sulle forme di sapere e di comunicare”, “il secondo separarsi”. Walter Veltroni in una intervista al Corriere della Sera spiega che al momento “è in corso una rivoluzione tecnologica affascinante, seducente, ma che non genera lavoro; lo distrugge. Scompone le classi sociali. Riscrive l’esistenza umana sotto il segno della precarietà permanente. Un mondo nuovo, che la sinistra stenta a leggere, a capire nella sua inevitabile ambiguità. Torna ad avere atteggiamenti o catastrofici o zuzzurelloni”.

Secondo Veltroni “se la sinistra non accetterà la sfida del mondo nuovo, entrerà in una crisi irreversibile”. E la crisi è già cominciata: vent’anni fa “la sinistra era al governo in tutto l’Occidente; oggi è ai margini, sbandata, isolata, ridotta ai minimi termini in Francia, Inghilterra, Spagna, pure nei Paesi del Nord culla della socialdemocrazia. Se si resta fermi al ‘900, o si nega la propria identità di sinistra, l’esito è scontato”.
Grande errore secondo l’ex sindaco di Roma sarebbe quello disepararsi: “Quando leggo al fianco della parola Pd la parola scissione mi sale una grande angoscia”. E per questo rivolge a tutti i dirigenti del Pd una richiesta: “Fermatevi un minuto prima che questo avvenga… Il Pd è uno dei pochi partiti nella storia italiana nato per fusione e non per separazione”. La scissione, ribadisce Veltroni, ” una parola da incubo. Per fare cosa? È difficile allearsi dopo che ci si è scissi.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteTra soldati morti e bambini malformati: il “nemico” che continua a uccidere nel silenzio (in Italia)
Prossimo articoloSta accadendo sulla tomba di Whitney Houston. A 5 anni di distanza dalla sua morte arriva la triste notizia