Condividi

Premesso che spiare WhatsApp senza l’autorizzazione del legittimo proprietario di un account è illegale e costituisce una grave violazione della privacy, esistono tuttavia dei modi per controllare l’applicazione di messaggistica.

Per proteggersi dalle intrusioni, oltre ovviamente a non lasciare lo smartphone incustodito, è possibile nascondere l’orario dell’ultimo accesso come anche eliminare la notifica della lettura delle conversazioni. E’ importante inoltre evitare di connettersi a reti Wi-Fi pubbliche.

Come si legge su blog e siti specializzati in nuove tecnologie, una delle applicazioni che visualizza i contatti WhatsApp è WhatsAgent. Con l’app si può visualizzare il numero di disconnessioni, la durata delle permanenze online e l’ultimo spegnimento del dispositivo e si possono ricevere notifiche istantanee non appena i nostri contatti tornano online. Si può inoltre trovare il numero totale di minuti rimasti online nell’arco delle 24 ore.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedente"Ho voglia, stai zitta o ti sgozzo" Così Edgar abusava delle bambine
Prossimo articoloBankbot, ecco il virus che ruba i dati delle carte di credito tramite un gioco per Android