Condividi

Ha umiliato un clochard per fare un video su youtube. Come? Ha preso alcuni biscotti oreo, ha sostituito la crema al loro interno con del dentifricio e glieli ha regalati come “gesto di solidarietà”. Il povero clochard ovviamente non petav immaginare nulla

Il giovane vlogger, conosciuto con il nome di ReSet, aveva montato il video, inizialmente spiegando il proprio piano e spiegando come avrebbe agito. Nel video si vede anche il momento in cui “rielabora” i biscotti. Poi, successivamente, con una videocamera nascosta si reca dal mendicante e gli offre i biscotti. Da lontano poi riprende la scena. Infine mette tutto online.

Una ragazzata? Molto peggio. A parte l’insensibilità, il canale youtube del vlogger era uno dei più noti e “frequentati” di youtube, tanto da finire nella lista dei 200 al mondo più in vista. ReSet vantava infatti oltre un milione di seguaci.

Kanghua Ren – il vero nome dello youtuber – giovane cinese di 21 anni naturalizzato in spagna, era seguito soprattutto da utenti spagnoli e sudamericani. L’episodio risale al 2017 ma ne parliamo nuovamente oggi perchè proprio da un tribunale spagnolo è giunta una sentenza

La sentenza

La sentenza comminata dal tribunale nei confronti del giovane Kanghua Ren è molto pesante: quindici mesi di reclusione, 20mila euro di risarcimento al senzatetto per danni morali (il video era diventato molto virale e l’uomo riconosciuto da molti) e cinque anni di lontananza dai social network. Una carriera stroncata.

Teatro dell’episodio, il centro di Barcellona. “Forse ho esagerato – aveva detto lo youtuber nel video facendosi beffe – ma guardiamo il lato positivo: questo lo ha aiutato a lavarsi i denti”.

Una volta sollevata l’indignazione popolare, lo youtuber doveva essersi reso conto di averla combinata davvero grossa. Cercò allora la figlia del senzatetto cercando di convincerla a non intentare causa, con la cifra di 300 euro. Il giovane non se l’è però cavata così facilmente.

Uno dei motivi per cui è scattata la condanna però è che – sembra – il giovane non fosse nuovo ad atteggiamenti poco empatici nei confronti di persone potenzialmente vulnerabili. Il giovane non andrà in carcere, in Spagna le pene inferiori ai due anni sono sospese per chi commette reati per la prima volta.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMilano. Speronano l'auto dei Carabinieri, poi gli sparano. Minuti di caos, presi due malviventi. Un uomo in fuga
Prossimo articoloLa 50enne che urlava contro i poliziotti in piazza ora rischia il posto di lavoro. Il post su Facebook